Col Volley Grifone cediamo al quinto set

Il Grifone agguanta due punti al Palimana. Una Scp a corrente alternata cede al tie-break al più compatto e costante team di San Polo di Piave.

Dopo una brutta partenza, il sestetto di De Gasperin si prende il secondo parziale; nel terzo le ospiti si riportano avanti, nel quarto le padrone di casa guadagnano con merito il quinto set, nel quale però le trevigiane hanno la meglio. A sei gare dalla fine della stagione, le biancoblù guadagnano un punto sulla zona playout, ora distante sette lunghezze. Rimane però la certezza che questa Scp Limana valga di più del nono posto attuale.

Il primo set è decisamente difficile per le locali. Salta all’occhio soprattutto la scarsa vena delle bande, con Gava poco cercata; in più, il palleggio è spesso impreciso, e il muro (nonostante Sommacal e Bianchini piazzino i loro punti) e la difesa soffrono parecchio. Un contesto che fin da subito spiana la strada alle più ordinate e prestanti ospiti, che conducono senza problemi dall’inizio alla fine: 19-25.

Nella seconda frazione invece le limanesi crescono in ogni reparto e dominano, trascinate da una Gava ormai pienamente ristabilita e recuperata. L’equilibrio dura metà set (12-11); poi, sfruttando anche errori ospiti, le locali sfrecciano sul 19-12. Le trevigiane tuttavia non mollano e si rifanno sotto (22-20; 23-21), prima che Maschio sigilli il 25-21.

Nel terzo set, dopo un avvio promettente (5-2), le biancoblù tornano a soffrire come nel primo. Superata metà periodo, la bilancia pende a favore delle ospiti, che scappano sul 13-19. Con l’ingresso di Barp in regia le locali rimontano fino al 20-22, ma subito le trevigiane trovano, con la centrale Furlanetto e l’opposto Padoan, il break decisivo per il 20-25.

Nel quarto parziale la parità regge fino al 7 pari. Poi l’Scp sferra l’allungo (11-7), accresce il vantaggio (16-10), lo protegge dal ritorno ospite (19-17) e infine assesta gli ultimi colpi utili a firmare il 25-18. A spingere le compagne a suon di punti è ancora la capitana Gava (top scorer con 25 punti), stavolta insieme a Maschio, che in questo set torna ai suoi livelli standard. L’esito del match è dunque rimandato al tie-break.

Alla resa dei conti il Grifone arriva con energie fisiche e mentali migliori rispetto alla squadra di casa. Le trevigiane iniziano meglio (0-3), Gava le rimonta (6-4), ma al cambio campo è 6-8. Alcuni errori in attacco vanificano le velleità di recupero locali, che si spengono sul block di Sartor che sancisce l’11-15 che chiude set e partita.

Risultato finale: SCP VOLLEY LIMANA – VOLLEY GRIFONE 2-3

Scp Volley Limana: Bianchini 10, Dalla Cort 2, Gava (K) 25, Susanna (L1), Barp 1, Cadorin 6, Sommacal 11, Fiabane 1, Maschio 10; n.e. De Barba (L2), Balbinot, Mares, Cavallet.

Allenatore: Daniele De Gasperin.

Volley Grifone: Zornio 1, Soneghet (L), Furlanetto (K) 15, Zanardo 2, Stocco 9, Dus 10, Lorenzon 2, Padoan 17, Vidotto, Sartor 9; n.e. Rullo, Tartini.

Allenatore: Gianluca Barberini.

Parziali: 19-25; 25-21; 20-25; 25-18; 11-15.

Arbitri: Marino Stefanuzzi di Venezia e Massimo Gusella di Cartigliano.

NOTE: ace 5-8; muri vincenti 6-8; errori battuta 11-14; errori punto 28-20.

 

Coach De Gasperin: «Ancora troppi alti e bassi. La miglior Gava sta tornando»

Amaro coach Daniele De Gasperin:

«Abbiamo avuto problemi a metter giù palla, soprattutto nel primo set. Quando abbiamo iniziato a farlo, e a mettere in ordine muro e difesa, abbiamo visto che se siamo concentrati i punti li facciamo. Purtroppo nel terzo abbiamo ripreso a sbagliare, specie in battuta. Troppi errori sui fondamentali. Spero che con un po’ più motivazione e allenamento venga la continuità: ancora troppi alti e bassi. Gava? Ci vogliono la sua presenza e i suoi punti, sta tornando in forma». (i.f.)

 

 

 

 

Articolo di Ivan Ferigo per il Corriere delle Alpi

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.